500 ATLETI PER LE FINALI DEL CAMPIONATO Tre grandi incontri dal 25 al 27 maggio, ospiti cadetti e giovani di fioretto. L’assessore Rando: “Verona protagonista di un evento sportivo d’eccellenza”

A poco più di un mese dai Mondiali di Scherma Cadetti e Giovani 2018, la città di Verona torna protagonista della scherma italiana, con tre giornate di grandi incontri. L’Agsm Forum infatti, dal 25 al 27 maggio, ospita le finali del Campionato italiano Cadetti e Giovani 2018 di fioretto, spada e sciabola che, per importanza, è la seconda manifestazione di scherma a livello nazionale. L’evento, ad ingresso gratuito, è promosso dalla Federazione Italiana Scherma con il supporto organizzativo di Fondazione Marcantonio Bentegodi ed il sostegno di Comune, Agsm e Amia. Per tutto il prossimo fine settimana, i migliori atleti delle tre specialità si sfideranno sulla pedana dell’Agsm Forum, con una partecipazione complessiva di ben 500 schermisti provenienti da tutta Italia. Un’occasione per vedere in azione i migliori esponenti del futuro della scherma nazionale, con la presenza di campioni europei o mondiali di specialità. Il programma gare prevede, dalle 8.45 alle 14.15: venerdì 25 maggio l’assegn zione dei titoli di fioretto e sciabola maschile Cadetti, sciabola e fioretto femminile Cadetti. Sabato 26 maggio, sarà la giornata delle competizioni di spada femminile e maschile Cadetti, sciabola femminile e maschile Giovani. Domenica 27 maggio, invece, i Campionati si chiuderanno con l’assegnazione dei titoli di fioretto e spada femminile Giovani, spada e fioretto maschile Giovani Informazione e programma completo manifestazione sul sito www. veronacadettigiovani.it. “Ancora una volta – sottolinea l’assessore allo Sport Filippo Rando –, Verona è protagonista di un evento sportivo d’eccellenza. E’ una grande soddisfazione, infatti, poter ospitare nuovamente un grande appuntamento della scherma italiana, che vedrà in campo i primi 42 atleti di ogni categoria, giovani provenienti da tutto il Paese. Un evento davvero prestigioso che sono certo susciterà non solo l’interesse di molti sportivi ed appassionati, ma anche la curiosità di tanti veronesi”.