Ilice e Tameze, dove siamo rimasti ? Le pagelle gialloblù alla sosta: i due finora sottotono, mentre si è esaltato Montipò

Stagione di sofferenza per l’Hellas, che in estate ha perso i migliori giocatori. Tutto sommato, però, i gialloblù hanno fin qui sempre risposto presente nelle gare che contavano: due preziosi pari a Bologna ed Empoli, un successo in uno scontro diretto contro la Sampdoria. I quattro ko, contro avversarie oggettivamente superiori come Napoli, Atalanta, Lazio e Fiorentina. Tutto preventivabile, in definitiva. Cioffi fin qui sta facendo un buon lavoro, aiutato anche dalle parate di Montipò: 6.36 la media del portiere, che ha evitato passivi peggiori nelle ultime due giornate. Buono l’impatto di Kallon e soprattutto di Filippo Terracciano, classe 2003 e prodotto del vivaio Hellas. Note negative: Ilic, obiettivo Lazio, fin qui non riesce a mantenere gli standard dell’anno scorso. Stesso dicasi per Tameze. In difficoltà Gunter e Dawidowicz, così come Lasagna davanti. Da valutare Simone Verdi, che ha esordito a Firenze giocando mezz’ora.
Su di lui punta molto Cioffi per risollevare le sorti dell’Hellas e per dare fantasia e nuovi sbocchi all’attacco, apparso giù di corda nelle ultime uscite.

Le medie voto dopo 7 giornate (tra parentesi, le partite giocate)

6,50 DOIG (3)
6,36 MONTIPO (7)
6,25 KALLON (4)
6,10 TERRACCIANO (5)
6,08 LAZOVIC (6)
6,00 VELOSO (5)
6,00 VERDI (1)
5,86 HENRY (7)
5,83 CECCHERINI (3)
5,80 HIEN (5)
5,75 COPPOLA (6)
5,75 DJURIC (2)
5,71 TAMEZE (7)
5,67 FARAONI (3)
5,64 ILIC (7)
5,64 LASAGNA (7)
5,50 CABAL (1)
5,25 DEPAOLI (4)
5,50 GUNTER (1)
5,50 HONGLA (3)
5,50 PICCOLI (1)
5,25 DAWIDOWICZ (4)
5,25 HRUSTIC (2)
5,25 RETSOS (2)
4,50 AMIONE (1)