LETTA, FRATTINI E MARADIAGA PER PARLARE DI GEOPOLITICA L’ex presidente del Consiglio, l’ex ministro degli Esteri e il cardinale antinarcos a confronto sull’enciclica di Francesco

Riparte alla grande la stagione politica dopo la pausa seguita alle elezioni amministrative. Settembre è dedicato come al solito ai convegni in montagna. Ma c’è chi invece come la Diocesi di Verona e l’associazione Salesiani NordEst si sono mosse con largo anticipo. L’appuntamento per parlare di economia sostenibile e geopolitica è per giovedì 5 ottobre alle 2015 nella chiesa di San Bernardino per una conversazione con ospiti di grande rilievo, a partire dal cardinale Oscar Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa in Honduras. È famoso per le sue battaglie contro la droga e la corruzione, che lo hanno costretto a girare con la scorta. Nella chiesa latino-americana gli è stata riconosciuta la dote di saper unire modernità e tradizione.Nei giorni successivi all’attacco all’Iraq, alla fine di marzo del 2003, ha dichiarato che le vere armi distruttive di massa che stanno minando l’umanità sono la povertà e l’ingiustizia, che bisogna ripensare il diritto internazionale e i Paesi più piccoli, per esempio dell’America Latina non possono negoziare come i vassalli di un impero. Con lui dialogheranno nientemeno che l’ex presidente del Consiglio Enrico Letta che oggi dirige la Scuola di affari internazionali dell’Istituto di studi politici di Parigi e il professor Franco Frattini, che è stato ministro degli Esteri nei Governi Berlusconi e anche Commissario europeo per la Giustizia, la Libertà e la Sicurezza dal 2004 al 2008. La serata dedicata alla Lettera Enciclica “Laudato si’” di papa Francesco sulla cura della casa comune avrà come moderatore il console dei Paesi Bassi, Daniele Cunego e sarà introdotta dal vescovo Giuseppe Zenti.