Salvini continua a battere sulla pace fiscale. Il segretario del Carroccio alla Festa della Liga Veneta a San Giovanni Lupatoto “In partenza 7 milioni di cartelle esattoriali, di cui 100mila solo nel Veneto”

“In partenza sette milioni di cartelle esattoriali, di cui quattro milioni entro la fine dell’anno di cui 100mila in Veneto. La pace fiscale, con una guerra ed una pandemia ancora in corso, è un doveroso aiuto a milioni di italiani che non possono pagare cartelle vecchie di anni, anche di piccoli importi, che con sanzioni e interessi sono diventate un macigno insostenibile. Si tratta di somme che lo Stato non incasserebbe mai, un arretrato di oltre 1.000 miliardi! Con pace fiscale, rottamazione e saldo e stralcio, lo Stato incasserà finalmente miliardi di euro, e 15 milioni di Italiani potranno tornare a lavorare, respirare e pagare le tasse, senza essere inseguiti dall’Agenzia delle Entrate. È doveroso buonsenso”. E’ uno dei tasti su cui ha battoti il leader della Lega Matteo Salvini nel suo intervento a San Giovanni Lupatoto. Con la chiusura della campagna elettorale Salvini si prepara ad una maratona social di 4 ore filate.