L’ultimo saluto all’amico “Spada’’ Fino all’ultimo si era impegnato come capo redattore al Corriere del Veneto

Si sono svolti nella chiesa parrocchiale al Chievo i funerali per la scomparsa del nostro collega giornalista Antonio Spadaccino morto a 61 anni dopo una malattia che non gli ha lasciato scampo. Spadaccino, classe 1961, dopo una breve esperienza a Telearena come giornalista sportivo, aveva cominciato a collaborare con Verona Sette alla fine degli anni ‘80.
In quattro anni aveva scalato tutte le posizioni diventandone direttore reponsabile. In tutta la sua carriera non aveva mai dimenticato il calcio lavorando come corrispondente da Verona per TuttoSport. Nel 2002 era stato uno dei fondatori del Corriere del Veneto. Anche nel gruppo Rcs era diventato capo redattore, ruolo che ha ricoperto fino alla fine lavorando con passione anche quando era chiaro che la malattia non gli lasciava nessuna speranza. Addio “Spada’’, collega per bene.