Comfoter: lascia Tota, arriva Scala Linee programmatiche improntate alla valorizzazione del personale e le infrastrutture

Si è svolta nell’Auditorium del Palazzo della Gran Guardia, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, la cerimonia di avvicendamento al vertice delle Forze Operative Terrestri di Supporto tra il Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota e il parigrado Massimo Scala. Il passaggio di consegne, avvenuto nel rispetto delle misure di distanziamento sociale previste dalle normative in vigore, è stato ufficializzato alla presenza dei Comandanti posti alle dirette dipendenze del COMFOTER di Supporto. Presenti alla cerimonia le più alte autorità civili, militari e religiose del capoluogo scaligero, tra le quali il Sindaco della città, Avvocato Federico Sboarina, il Prefetto di Verona, Dott. Donato Cafagna, il Presidente della Provincia di Verona, Dott. Manuel Scalzotto, il Vicepresidente del Consiglio Regionale del Veneto, Massimo Giorgetti e i Generali di Corpo d’Armata Roberto Perretti ed Enzo Bernardini, rispettivamente Comandanti delle Forze Operative NORD dell’Esercito Italiano e del Comando Interregionale Vittorio Veneto dell’Arma dei Carabinieri, che hanno voluto rivolgere un sincero e affettuoso saluto al Generale Tota e dare il benvenuto al Generale Scala. Il Generale Giuseppenicola Tota, in poco più di due anni di comando ha coordinato i reparti del genio impegnati nell’operazione “Sabina”, avviata in seguito al terremoto dell’agosto 2016, l’approntamento e la preparazione delle unità delle FOTER di Supporto impegnate in operazioni in Kosovo, in Libia e in Libano.